Addio agli studi di settore

Sose (Soluzioni per il sistema economico s.p.a.) e Agenzia delle Entrate sono impegnate nel definire quali sono i nuovi strumenti che sostituiranno, gradualmente, gli studi di settore. Nel futuro dunque nessun ulteriore accertamento presuntivo: il nuovo sistema, si legge sul sito del Ministero dell’Economia e della Finanza, sarà articolato in base all’attività economica svolta in maniera prevalente, con la previsione di specificità per ogni attività o gruppo di attività. L’indicatore che è chiamato a sostituire il complesso sistema degli studi di settore si preannuncia più snello e semplice; si baserà su un dato sintetico che fornirà, su scala da uno a dieci, il grado di affidabilità del contribuente. Se il contribuente raggiunge un grado elevato avrà accesso al sistema premiale che prevede oggi, tra l’altro, un percorso accelerato per i rimborsi fiscali, l’esclusione da alcuni tipi di accertamento e una riduzione del periodo di accertabilità (qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *